CARCERI

PROGETTUALITÀ PER LE CARCERI

FORMAZIONE PROFESSIONALE ED ORIENTAMENTO AL LAVORO

L’associazione ITINERARIA BRUTTII ONLUS già dal 2004 svolge tramite i suoi soci attività di volontariato culturale presso la Casa Circondariale di Castrovillari organizzando incontri, seminari e corsi di formazione e orientamento su tematiche legate all’archeologia, all’educazione alla legalità, all’informatica ed alla gestione di biblioteche.

L’associazione ITINERARIA BRUTTII ONLUS ha realizzato nell’ambito di sedi carcerarie della Calabria le seguenti attività:

  • “La Bibilioteca in carcere”
    Sistemazione biblioteca e corso di orientamento per assistenti bibliotecari presso la Casa Circondariale di Castrovillari
    A ogni lettore il suo libro, a ogni libro il suo lettore
    N.2 corsi di formazione per “Assistente bibliotecario” I° e II° livello (anni scolastici: 2003-2004, 2004-2005) organizzati in collaborazione e su incarico del Centro Territoriale Permanente di Castrovillari, sono stati preceduti dalla sistemazione con relativa fruizione al pubblico della Biblioteca Carceraria. Il progetto si è basato sul lavoro di inventariazione e catalogazione dei volumi della biblioteca della Casa Circondariale di Castrovillari, attraverso un corso di orientamento e formazione per “assistenti bibliotecari”, ai fini della costituzione di una biblioteca organizzata e fruibile, con l’obiettivo anche di creare opportunità occupazionali per i detenuti all’interno del carcere e contribuire al loro reinserimento nel mondo del lavoro una volta scontata la pena. L’attività é stata programmata secondo le direttive della legge n. 354/1975 la quale, tra l‘altro, stabilisce come in tutti gli Istituti Detentivi debba funzionare una biblioteca dotata di libri e periodici. Infatti, come affermato anche dall’IFLA, nelle sue “Guide Lines for Library services to prisoners” la biblioteca carceraria risulta essere un diritto fondamentale e, soprattutto, un mezzo efficace per un miglior reinserimento fra le persone libere. La biblioteca, cioè il libro, cioè la lettura, affiancano e supportano gli interventi trattamentali messi in atto per i detenuti dall’équipe dell’Area Psicopedagogica. La lettura, infatti, si presenta come un valido strumento di rieducazione, in quanto apre le porte ad una “evasione culturale” che, oltre a distrarre il detenuto dalla sua drammatica condizione detentiva, lo obbliga a interrogarsi sulle proprie scelte, a riconoscere e confrontare sentimenti, emozioni, situazioni e comportamenti e, conseguentemente, attiva processi di valutazione e autovaluzione, che assumono forti connotati e valenze rieducative e riabilitative.
  • Progetto di promozione dei beni culturali e di educazione alla legalitá:
    “EDUCARE AI BENI CULTURALI” Seminari e incontri di promozione della cultura e dell’arte tramite proiezione di documentari e video-clip relativi a monumenti e siti archeologici della Calabria organizzati in collaborazione con la Direzione della Casa Circondariale di Castrovillari (CS) (agosto-settembre-2005)
  • Progetto per la costituzione di un laboratorio informatico tramite il riciclo ed il riassemblaggio di computer in stato di dismissione da parte di enti pubblic e privati con relativa organizzazione di un corso di formazione per “Assemblatori di pc” rivolto ai detenuti comuni:
    “IL COMPUTER IN CARCERE”
    N.1 corso di formazione per “Assemblatori di PC” 2005-2006
    Progetto per la costituzione di un laboratorio informatico tramite il riciclo e il riassemblaggio di computer dal titolo:”IL COMPUTER IN CARCERE” in corso di elaborazione da parte di Itineraria Bruttii onlus in collaborazione con la Direzione del Carcere di Castrovillari ed il Centro Territoriale Permanente del Distretto n. 19 di Castrovillari. L’iniziativa si qualifica come un’occasione di solidarietà sociale e sviluppo professionale, finalizzata all’innovazione dei processi di insegnamento e recupero legati alle nuove tecnologie. Il progetto si basa sulla raccolta e selezione di computer dimessi o donati da enti pubblici e privati che saranno in seguito sistemati in un apposito laboratorio presso la Casa Circondariale di Castrovillari e ivi sottoposti ad un riassemblaggio e revisione da parte di detenuti opportunamente guidati da esperti informatici nell’ambito di un corso di formazione organizzato con fondi propri da Itineraria Bruttii onlus I computer cosi revisionati serviranno a creare un laboratorio informatico dotato di un sistema operativo Linux, nel quale potranno essere svolti corsi di informatica con l’obiettivo di creare opportunità occupazionali per i detenuti all’interno del carcere e contribuire al loro reinserimento nel mondo del lavoro una volta scontata la pena. Lo studio dell’Informatica, infatti, può essere un utile strumento che affianca e supporta gli interventi trattamentali messi in atto per i detenuti dall’équipe dell’area psicopedagogica.
  • POR Calabria 2000-2006 – ASSE III RISORSE UMANE FONDO SOCIALE EUROPEO MISURA 3.4. C PROGRAMMI DI FORMAZIONE DELLE UTENZE SPECIALI DETENUTI
    Corsi realizzati Itineraria Bruttii onlus in collaborazione con Promidea cooperativa sociale: Casa Circondariale di Castrovillari
    • Esperta in Sartoria e cucito
    • Tappezziere ed arredatore tessile
    • Falegnameria
FORMAZIONE E LAVORO IN CARCERE - Tappezziere ed arredatore tessile
Casa Circondariale di Vibo Valentia - Addetto alla lavorazione del Ferro
Casa di reclusione di Rossano o Addetto alla lavorazione di falegnameria

Casa Circondariale di Cosenza

  • Riparatore tv

Le attività formative del Por 2000-2006 misure 3.4.c hanno riguardato detenuti e detenute adulti, selezionati dagli uffici educativi delle relative carceri in funzione delle loro basi di competenze e di una rilevata propensione all’attività pratica laboratoriale, funzionale alla tipologia dei corsi attivati.. I corsi si sono potuti svolgere grazie alla disponibilità delle Direzioni e del Personale di Polizia Penitenziaria che malgrado le difficoltà legate ad esigenze di servizio hanno garantito il regolare svolgimento dei corsi e la piena collaborazione ai docenti ed agli esperti. Il programma didattico dei corsi ha evidenziato l’importanza delle attività educative pratico-manuali per il recupero di soggetti detenuti in strutture carcerarie. I percorsi formativi hanno previsto attività d’ istruzione e di formazione tecnica laboratoriale per l’acquisizione e lo sviluppo di competenze di base con proposte anche personalizzate. I progetti hanno avuto come obiettivo generale quello di promuovere forme di occupazione e autoccupazione presso i detenuti degli Istituti penitenziari della Calabria Il percorso si è proposto di formare tecnici qualificati con l’obiettivo di inserimento lavorativo e di lotta alla emarginazione ed esclusione sociale a cui sono, purtroppo, sottoposti i detenuti. Per quanto concerne gli obiettivi specificatamente professionali, i corsi hanno mirato a:

  • Scoprire , valorizzare gli interessi e le attitudini professionali dell’utente;
    Offrire la possibilità di sviluppare e coltivare le sue conoscenze teorico-pratiche finalizzate all’attività produttiva;
    • Favorire l’acquisizione e la valorizzazione di atteggiamenti e comportamenti responsabili e funzionali all’inserimento e al mantenimento del rapporto lavorativo;
  • Favorire e guidare i primi contatti dell’utente con le istituzioni e con il mondo del lavoro;
  • Preparare l’utente alla creazione e alla gestione di attività anche imprenditoriali autonome.

PROGETTO NEVALELAPENA IN COLLABORAZIONE CON LA PROVINCIA DI COSENZA E LA CASA CIRCONDARIALE DI CASTROVILLARI
Il Progetto “Nevalelapena”, realizzato grazie alla Presidenza della Provincia di Cosenza ha avuto lo scopo di valorizzare le capacità e le competenze delle donne recluse nella Casa Circondariale di Castrovillari potenziando l’attività trattamentale e creando le premesse per un futuro inserimento professionale delle detenute, come unico vero rimedio al fenomeno della recidiva.
L’associazione ITINERARIA BRUTTII onlus ha svolto un’attenta analisi dei bisogni formativi predisponendo le basi di start-up d’impresa per l’avvio di un’attività lavorativa in carcere tesa alla produzione di borse in tessuto da utilizzare per trasporti di beni di consumo (alimenti, piccoli oggetti, …) e altri gadget (porta telefonini, sacche, strofinacci da cucina) da commercializzare come prodotto solidale presso supermercati e negozi del territorio della Provincia di Cosenza

PROGETTO “EDUCAZIONE AMBIENTALE E PROCESSI SOSTENIBILI” IN COLLABORAZIONE CON IL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO
Trattasi di un laboratorio sperimentale destinato al trattamento rieducativo e motivazionale dei detenuti, attraverso la realizzazione di un corso di educazione ambientale. L’intervento è stato reso possibile grazie ad un protocollo d’intesa tra L’Ente Parco Nazionale del Pollino e la Direzione dell’Istituto Penitenziario di Castrovillari, il cui impegno ha permesso di definire tutti i percorsi adeguati per favorire la reintegrazione sociale dei condannati e diminuire il rischio di recidiva e tendere altresì alla valorizzazione del patrimonio naturale dell’area del Parco del Pollino.
Lo scopo è stato quello di realizzare un intervento su tematiche ambientali volto alla maturazione di individui attenti ai rapidi processi di cambiamento tecnologico, sociale, ambientale ed ai problemi ad essi correlati. La finalità prioritaria del progetto è stata quella di riuscire a sensibilizzare i destinatari sulle questioni cruciali del nostro tempo come l’importanza della tutela dell’ambiente naturale e antropico, la salvaguardia della biodiversità e della complessità, la diffusione della cultura della prevenzione dai rischi ambientali; obiettivi che sono prioritari per tentare un reale cambiamento della società nel senso di un miglioramento della qualità della vita.

Per informazioni: info@itinerariabruttii.it tel. 328.3715348